Daito-Ryu Aikijujutsu

ORIGINI
Il Daito-Ryu Aikijujutsu è un'antichissima disciplina giapponese che vanta una prestigiosa storia marziale con più di 900 anni di storia. Per generazioni rimase di esclusivo appannaggio delle caste guerriere più nobili e famoso è il Clan Takeda che mantenne l'imbattibilità per un periodo lunghissimo.
"Veloce come il vento. Silenzioso come la foresta. Invasivo come il fuoco. Fermo come la montagna."
(Motto del Clan Takeda)

Da queste pratiche ad inizio '900 naqquero altre discipline considerate moderne come il Judo e l'Aikido, che oggi troviamo molto diffusi in tutto il mondo e molti altri stili si ispirano a queste tecniche. Il Daito-Ryu è meno diffuso e conosciuto delle arti marziali di massa, proprio per la sua natura di Disciplina esclusiva.

LA PRATICA
Questo stile studia tutte le antiche tecniche di Ju Jutsu, arricchendo notevolmente i praticanti con i suoi contenuti e la sua efficacia pratica, ma preservando integralmente il programma originale contenuto nell'Hiden Mokuroku.
Partendo da tecniche semplici e poi via via sempre più complete e affascinanti, si impareranno movimenti di controllo e neutralizzazione, leve, proiezioni, sbilanciamenti, colpi e pressioni sui punti vitali, con un approccio molto tradizionale e in linea con lo stile originale del Daito-Ryu Aikijujutsu come voluto dal maestro Kondo.
Chiunque, uomo o donna può avvicinarsi a questa elegante e profonda disciplina, imparando gradualmente sia ad eseguire che a subire le tecniche.
Allo stesso tempo, anche praticanti di altre discipline giapponesi, soprattutto aikidoka, judoka o jutsuka di altri stili, troveranno interessanti collegamenti per andare alle origini delle tecniche conosciute ed un raffinato metodo di perfezionamento del loro stile.

Daito-Ryu Aikijujutsu Italy
La linea principale del Daito Ryu Aikijujutsu è stata affidata direttamente da Tokimune TAKEDA sensei al maestro Kondo Katsuyuki (Menkyo Kaiden), il quale rappresenta la 33esima generazione della discendenza (vedi sul sito www.daito-ryu.org).
In Italia è stato riconosciuto nel 2009 il gruppo di Studio ufficiale Emilia Romagna coordinato dal maestro Lisco Giuseppe (già Direttore Tecnico Nazionale del settore Aikido Iwama Ryu U.I.S.P.).
Nel 2014 grazie al grado tecnico di 3° dan conseguito da Luca Canovi (unico in Italia assieme all’amico e insegnante Alex Muracchini), la Shodan è stata promossa a Succursale diretta dell’Honbudojo di Tokyo.
Nel 2016 con grande orgoglio anche Paolo Boccaletti 2° dan, che frequenta da anni le lezioni alla Shodan, ha potuto aprire due corsi a Milano (dove lavora) e Torino (dove vive). Infine il progetto già iniziato di aprire un corso anche in Sicilia, grazie a Francesco Scalabrino che con grande passione e impegno sta frequentando il nostro corso per proseguire la sua formazione.
Il corso di Reggio Emilia è riservato ai membri dell'associazione del Daito-Ryu e oltre alle lezioni mensili tenute da Luca Canovi (le date vengono fissate di mese in mese), permette di partecipare ai seminari nazionali ed internazionali, al summer camp estivo in Giappone con il maestro Kondo o di allenarsi direttamente al quartier generale in Giappone. Inoltre l'affiliazione permette di conseguire i gradi e partecipare alle lezioni riservate ai membri in occasione dei seminari, oltre al prestigio di appartenere a questa Scuola.

Chi volesse praticare questa disciplina è invitato a contattare la segreteria per essere aggiornato su tutti gli appuntamenti in programma.
Per il sito ufficiale giapponese sul Daito Ryu Aikijujutsu vedi Daito-ryu.org

Maestri:
  • Luca Canovi  
    5° Dan Aikido, 5° Dan Iaido, 4° Dan Kendo, 4° Dan Daito-Ryu Aikijujutsu e 3° Dan Jodo

Video:

Orari della sede di via Monari

Principianti e avanzati:
Sabato 17:00 - 19:00
(lezione mensile riservata ai membri)

Prenota la tua settimana di prova!

Abbigliamento, attrezzatura e accorgimenti necessari:

Per la settimana di prova: tuta con pantalone lungo e maglietta, ciabatte, effetti personali per la pulizia del corpo.
Allenamento normale: keikogi bianco con cintura bianca.

Approfondimenti:

Foto e video