Istruttore CIK Stefano Verrina

6° Dan Renshi di Kendo e 6° Dan Renshi di Iaido

Inizia la pratica del kendo nel settembre 1978 con il maestro Kentaro Miyazaki (in quegl'anni residente in Italia), che segue per tre anni interi; al suo rientro in Giappone, si allena con diversi maestri con costante presenza annuale per il maestro Nobuo Hirakawa.

Nel 1982 inizia la pratica dello Iaido con lo stile Hoki Ryu, per poi passare col Maestro Miyazaki e quindi col Musoshinden Ryu nel 1988. Nel 1985 il primo viaggio in Giappone; seguiranno poi altre 10 volte, sempre per allenamenti full immersion sia di Kendo che di Iaido. Il Seminario di Kitamoto per due volte con tutti i migliori Maestri Giapponesi della ZNKR, a Kyoto dai Maestri Tazaki e Inoue, a Tokyo da Hirakawa, a Nagasaki da Miyazaki, a Nimazu da Koyama e Yamazaki, a Fukuoka da Sumi, a Nishinomiya da Fukuhara, e diversi altri. In Italia ha avuto l'onore di partecipare agli stage Maestro Nakamura di Kendo portato in Italia diverse volte dal maestro di Hirakawa , oltre a quelli ripetuti col M° Kondo, Tani, Yanagida , Satoh, Kubo; per lo Iaido invece altrettanti illustrissimi Maestri come Miyazaki, Yamazaki, Ide, Fukuhara, Nakano, Ueno, Shirai, Kobayashi, Oda, Kawaguchi e molti altri.

Fondatore del Musokan Kendo Club di Bologna dove tutt'ora pratica ed insegna Kendo ai principianti gia dal 1980; in passato ha ottenuto due terzi ed un secondo posto ai campionati italiani a Squadre di kendo, individualmente secondo alla coppa italia ad orvieto e terzo al 2° trofeo Miyazaki.

Team Manager della Nazionale Italiana di Kendo dal 1996 e dal 1999 per lo Iaido, partecipando a tutti i mondiali ed europei. Eletto consigliere prima nella Fenike e poi nella CIK " Confederazione Italiana Kendo" ricopre il compito di responsabile degli eventi internazionali, è tra gli organizzatori più attivi del campionato europeo Kendo 2001 e quello di Iaido e Jodo 2005 sempre a Bologna.

Apre un corso di Kendo e Iaido a Ferrara nel 1992, tutt'ora attivo sotto la guida di Giuliano Goldoni, al quale ha lasciato il compito dell'insegnamento per aprire e diffondere anche a Reggio Emilia, dove nel gennaio 2002 inizia il corso di Kendo; nel settembre dello stesso anno sempre alla Shodan tiene il primo stage di Iaido che rimane un apuntamento fisso mensile tutt'oggi. Nel gennaio 2006 viene chiamato ad aprire un corso anche a Modena all'Aikido Club del Maestro Oscari.

Fonda assieme a Alberto Roatti e Pier Angelo Battu' la INTK ( Itaria Nihon Token Kyokai) associazione italiana per la spada giapponese, dove collezionisti e studiosi possono trovarsi a parlare della loro passionecomune. Scrive con Roatti il libro Nipponto (la spada giapponese); organizza a Bologna la mostra intitolata "Token" insieme a Roatti e Massimo Rossi, che insieme aiutano ad allestire il Museo Orientale di Trieste e ne rimangono consulenti per l'arte Samuraica e Giapponese. La sua opera di diffusione ed insegnamento della spada giapponese lo vede anche spesso impegnato in conferenze e seminari sempre molto graditi che lo fanno uno dei maggiori estimatori ed esperti di questo settore.

Nel maggio 2012 consegue il grado di 6° dan con la commissione d'esame EKF in occasione dei Campionati Mondiali di Kendo a Novara.
Nel giugno 2012 al termine dello stage con i maestri giapponesi di Iaido a Bologna, sostiene con successo anche l'esame di 6° dan di Iaido

Nel febbraio 2014 e marzo 2014 riceve i prestiosi gradi Shogo dalla Federazione che gli conferiscono il RENSHI di IAIDO e RENSHI di KENDO, a celebrare il lungo impegno per la divulgazione e l'insegnamento di queste discipline, formando insegnanti e istruttori che ora possono a loro volta diffondere queste Discipline.

Maestri e insegnanti:

Discipline:

Kendo - Iaido

Approfondimenti:

Perché fare kendo?